News
di
il 13 settembre 2017, 16:31
in News

Gli sviluppatori di Starbound, Chucklefish Games, hanno rilasciato alcune informazioni e screenshot sul loro nuovo gioco definibile come un cross-over tra Stardew Valley e Harry Potter.

 

I dettagli sono emersi da un intervista del team di sviluppo con PC Gamer, che ha interrogato Finn Brice (CEO e lead designer di Chucklefish Games), Abi Cooke Hunt e Adam Riches (artisti), e Rosie Ball (designer).

 

Abi Cooke Hunt ha rivelato che sebbene il gioco sia spesso descritto come un incrocio tra Stardew Valley e Harry Potter, è stata presa ispirazione anche da fonti meno comuni, tra cui l’interpretazione di Studio Ghibli di Kiki’s Delivery Service, la serie di Garth Nix’s Old Kingdom e Tiffany Aching dai libri di Terry Pratchett.

 

Ecco un estratto dell’intervista:

 

Il lavoro di Studio Ghibli gioca un’importante ruolo nel creare la visione del gioco su cui stiamo lavorando. Le ambientazioni dei film di Studio Ghibli sono così accattivanti e affascinanti – vogliamo che i nostri giocatori si godano il mondo di gioco nello stesso modo.

 

Contrariamente a quel che si dice in giro, stavamo già sviluppando da tempo il gioco prima dell’annuncio di Little With Academia. Mentre non possiamo affermare che sia stata una fonte di ispirazione dal principio, è (e forse non serve dirlo) diventato molto popolare tra i membri del nostro team.

 

Chucklefish ha inoltre specificato che la magia, la creazione di pozioni e il sistema agricolo saranno parte delle meccaniche di gioco. Non sono stati rilasciati però dettagli a riguardo, il team di sviluppo ha rassicurato i fan dicendo “Aspettatevi di avere molto da fare nella versione finale del gioco”.

 

PC Gamer ha poi domandato cosa i fan dovrebbero aspettarsi riguardo il sistema scolastico del gioco, e se il gioco sarà simile a Stardew Valley dal punto di vista del building e delle strutture. A queste domande ha risposto Rosie Ball:

 

Siamo noi stessi fan e avidi giocatori dei simulatori agricoli e di vita all’interno di un villaggio, come Stardew Valley e Rune Factory. Con questo progetto miriamo a espandere a partire dalla base del genere. sia dal punto di vista tematico che da quello delle meccaniche, considerato questo noi stessi siamo curiosi di sperimentare.

 

Una scuola va gestita in modo differente rispetto a un villaggio. Stiamo lavorando sodo per includere quelli che pensiamo siano gli elementi essenziali a simulare la scuola, mantenendo al contempo il format che i fan conosco bene in modo da poter entrare subito nel meccanismo.

 

È importante per noi che il gioco catturi la nostalgia della vita scolastica per quanto possibile. Aspettatevi momenti memorabili, tratti direttamente dalle nostre esperienze personali, a cui penso che i giocatori potranno relazionarsi. (I membri del nostro team provengono da diverse parti del mondo, quindi l’esperienza scolastica sarà decisamente variegata!) In cima a tutto questo, ci stiamo concentrando sugli accadimenti fantasy che possono verificarsi in una scuola magica. È la nostra personale interpretazione dell’ambientazione, e ci auguriamo di riuscire a portarvi qualcosa di nuovo e fresco.

 

Ecco gli screenshot rilasciati:

 

 

Se volete leggere l’intervista integrale la trovate qui.

Durante l’intervista è stato anche specificato che il gioco non è ancora pronto per essere annunciato, al momento non conosciamo le piattaforme né la data di rilascio.


due parole sull'autore
Videogioca da sempre: stabilisce il monopolio casalingo del SNES a due anni, qualche anno dopo diventa collezionista compulsivo di Stelle su Super Mario 64 e un kartista temuto in tutto il Regno dei Funghi. Predilige i generi Platform e (J)RPG, ma adora comunque il videogioco in tutte le sue forme (tranne gli sportivi, quelli proprio no). Fanatico delle portatili, meglio non toccare il suo 3DS.
Commenta con:
Seleziona il sistema di commenti cliccando sull'icona


Torna su