News
di
il 11 agosto 2017, 20:59
in Comunicati Stampa, News

THQ Nordic annuncia, tramite comunicato stampa, che Battle Chasers: Nightwar ha ricevuto un nuovo trailer animato da Powerhouse Animation.

 

 

Battle Chasers: Nightwar introduce Alumon, il cacciatore di demoni
Il trailer introduttivo animato di Battle Chasers: Nightwar di Powerhouse Animation (creatori di Castlevania su Netflix) presenta un nuovo eroe

Milano, 11 Agosto 2017: Il nuovo trailer di Battle Chasers: Nightwar di Airship Syndicate e THQ Nordic è pronto! Questa breve animazione di Powerhouse Animation (lo studio che ha realizzato la serie Castlevania su Netflix), fan del franchise Battle Chasers, segna il debutto di un nuovo eroe: Alumon, il cacciatore di demoni. Una volta membro di un ordine sacro di cacciatori di mostri, Alumon è stato bandito dall’ordine e ora opera come cacciatore di taglie, stipulando contratti e accettando denaro per i suoi incarichi, si occupa di esorcismi e di uccisioni se il lavoro lo richiede (a volte anche se non è richiesto).

 

Anche se Alumon possiede le abilità tradizionali dei sacerdoti combattenti del suo ordine, ha studiato moltissimo anche le arti oscure. Molti dei suoi incantesimi e delle sue abilità invocano la magia nera, spesso arrecando danni a se stesso o ad altri. L’intreccio con queste potenze oscure ha fisicamente cambiato Alumon, infatti è facilmente riconoscibile dai suoi capelli bianchi e dagli occhi di serpente. Per questa ragione, Alumon indossa una maschera.

 

 

Il nuovo video di Battle Chasers: Nightwar offre un’introduzione al gioco ed è stato ispirato da alcune sequenze di serie TV classiche degli anni 80 come Thundercats, Silverhawks e Defenders of the Earth.

 

Battle Chasers: Nightwar trailer YouTube:



due parole sull'autore

Divoratrice di libri, manga ed anime; gamer-girl a tempo perso. Il suo eclatante ingresso nel mondo della tecnologia avviene all’età di tre anni, formattando, non si sa come, il computer dello zio. La sua esperienza di videogiocatrice comincia osservando il padre cimentarsi con Prince of Persia e Quake, salvo poi ricevere un computer tutto suo per iniziare a giocare autonomamente. Preferisce il genere RPG senza ombra di dubbio e serberà per sempre nel cuore il ricordo dell’estate in cui fuse la prima Play Station I giocando Suikoden II tre volte di fila per assaporare la trama fino in fondo.

Commenta con:
Seleziona il sistema di commenti cliccando sull'icona


Torna su