Speciale
di
il 5 luglio 2017, 13:06
in Speciali

Le classifiche di vendita qui in Italia ormai sono sempre più un affare a due tra Sony e Nintendo. Andiamo a scoprire cos’è cambiato negli ultimi sette giorni, sempre col pad in mano.

 

Col pad in mano è una rubrica a cadenza settimanale che non vuole tanto riportare la classifica dei giochi più venduti della settimana in Italia, quanto piuttosto sfruttarle per ragionare, elucubrare e segamentalizzare sul mercato videoludico dello stivale. La fonte dei dati di vendita è l’Associazione Editori e Sviluppatori Videogiochi Italiani (AESVI), che ringraziamo per il servizio (e per le tante iniziative a favore del videogioco nel nostro Paese).

 

Ad ogni top ten pubblicata da AESVI, è sempre più chiaro che nello Stivale non c’è nessun posto al sole per Microsoft: letteralmente, visto che per scoprire se Xbox One X riuscirà ad opporsi al duopolio giapponese bisognerà attendere questo inverno, mesi sicuramente più freddi e meno assolati (ma d’altra parte videoludicamente più caldi). Anche questa settimana domina PlayStation 4, che occupa otto delle dieci piazze disponibili. Le altre due? In mano a Nintendo, che piazza due esclusive (contro l’unico “only on PlayStation” di Sony in classifica) e certifica lo splendido momento di forma di Switch.

 

Posizione Titolo Piattaforma
1 Gran Theft Auto V PS4
2 Tom Clancy’s Rainbow Six Siege PS4
3 MOTOGP 17 PS4
4 Horizon: Zero Dawn PS4
5 Mario Kart 8 Deluxe Switch
6 Minecraft PS4
7 Arms Switch
8 Fifa 17 PS4
9 LEGO Worlds PS4
10 Tekken 7 PS4

 
Dopo il balzo in cima della scorsa settimana, Horizon scivola appena fuori dal podio, facendo spazio a due titoli che ormai continuano a macinare numeri con una costanza assoluta come GTA V e Rainbow Six Siege. A tre mesi dall’uscita, ad ogni modo – e tenendo conto che ormai il titolo Guerrilla è un abituè delle nostre classifiche – non si può non dire che Sony non ci abbia visto lungo, e se avete letto la nostra recensione non si può dire che questo successo sia immeritato.

recensione
Horizon: Zero Dawn
Sottovalutati, sbeffeggiati, in un’occasione anche querelati. In una parola: affamati. È questa l’attitudine con cui immaginiamo Guerrilla abbia affrontato lo sviluppo di Horizon: Zero Dawn, progetto con tutti i connotati del match point tennistico p...

Anche MotoGP 2017 perde una posizione, scendendo dal secondo al terzo posto: considerando il crollo vertiginoso che solitamente accompagna le novità dello scaffale la settimana dopo la loro uscita, bisogna fare i complimenti a Milestone, che con il suo gioco di corse motociclistiche riesce a stare anche davanti all’altro racing in classifica, l’asso pigliatutto che porta il nome di Mario Kart 8 Deluxe. Il titolo Nintendo è – prevedibilmente – un system seller, e l’aver già messo in campo un pezzo così pregiato nel primo anno di vita di Nintendo Switch (anzi, nei primi tre mesi di vita della macchina) è una strategia che ha indubbiamente pagato; se è vero che nelle prime settimane la macchina ha fatto fatica ad imporsi, riuscendo solo a piazzare di tanto in tanto il clamoroso Breath of the Wild nei primi 10, adesso anche una new entry come Arms riesce a rimanere nel novero, davanti al sempreverde Fifa 17 (che va detto, probabilmente paga il reveal losangelino del prossimo capitolo sempre più imminente) e a Tekken 7, che chiude in decima posizione riuscendo comunque a certificare l’amore dell’Italia per la serie di Harada e soci.

speciale
Breath of the Wild: Intervista a Patricia Summersett, voce di Zelda
Qualche giorno prima dell'E3 2017, siamo riusciti a metterci in contatto con Patricia Summersett, la voce dietro la  Principessa Zelda in Breath of the Wild, per una chiacchierata sul suo lavoro, sui suoi gusti in fatto di videogiochi e altro an...

Minecraft e LEGO Worlds, a braccetto (sesta e nona posizione, rispettivamente) sono le ultime due voci della classifica. È incredibile che il titolo di Mojang venda ancora così bene e così tanto a distanza di anni, considerando che si tratta poi di un prodotto che ha raggiunto qualunque piattaforma in commercio. Il titolo LEGO, nello stesso solco, si sta facendo comunque un nome: non è la prima volta che lo intercettiamo nella top 10, probabilmente non sarà nemmeno l’ultima, ed è un chiaro sintomo del fatto che per titoli di questo titolo – cioè meno indirizzati, in modo che il giocatore sia libero di muoversi senza i vincoli di una storia – c’è un discreto mercato. Magari (specie qui in Europa) le esperienze più narrative ed emozionali andranno anche per la maggiore, ma c’è spazio anche per dell’altro, specie se sa farsi valere sul piano più direttamente ludico.



due parole sull'autore
Laureato con disonore in Informatica e presunto webmaster del sito, tra una cosa e l'altra ha a che fare con la tecnologia praticamente da quando ne ha memoria. Potete leggere i suoi sproloqui in più o meno in qualunque articolo porti la sua firma o ascoltarli dalla sua viva voce premendo play su un episodio a caso di Gameromancer, il podast di I Love Videogames.
Commenta con:
Seleziona il sistema di commenti cliccando sull'icona


Torna su