Speciale
di
il 5 giugno 2017, 12:02
in Speciali

Ed eccoci arrivati al giro di boa dell’anno, cari abbonati (e non) PlayStation Plus! Giugno, il mese che da i natali all’estate, tra la Festa della Repubblica (celebrata con il nostro patriottico e bellissimo speciale a tema!) e l’attesissimo E3 losangelino, con le sue temperature già roventi e le notti che non sembrano arrivare mai; che atmosfera. Un periodo perfetto per cominciare a giocare sotto il bocchettone dell’aria condizionata, contando i giorni che ci separano dalle agognate ferie. Un periodo perfetto per recuperare Life is Strange, titolo di Dontnod che ha fatto innamorare mezza redazione di I Love Videogames, vero a proprio top player del Plus di giugno, che torna ad alti livelli dopo alcuni mesi non proprio esaltanti. Non perdiamoci dunque in chiacchiere (che non ho l’aria condizionata e mi sto sciogliendo), concentrandoci sulla carrellata di sei titoli che riempiranno i giorni verso l’attesissima, e speriamo ricca di sorprese, conferenza Sony.

speciale
Sony(c) Boom? La risposta PlayStation all’E3 2017
Come ogni anno lo staff di I Love Videogames seguirà da vicino l’E3 2017, offrendovi una copertura completa dell’evento videoludico dell’anno. In attesa dell’inizio dell’edizione 2017 della kermesse losangelina, vi proponiamo una serie di speciali, n...
Life Is Strange (Dontnod Entertainment) – PS4

Cosa fareste se foste capaci di riavvolgere il tempo e vedere le conseguenze delle vostre azioni? Dopo il sottovalutatissimo Remember Me (ottimo action adventure con una trama e un design incredibile, soprattutto per gli amanti del cyberpunk), la software house francese Dontnod ritornò prepotentemente sulla scena per rispondere a questa domanda, sotto l’egida di Square-Enix, tra il 2015 e il 2016 con Life Is Strange. Avventura grafica moderna divisa in 5 capitoli (qui comodamente raccolti, naturalmente) che si rifaceva un po’ allo stile delle avventure TellTale, il titolo fu una vera e propria sorpresa, capace di far innamorare una marea di appassionati grazie al taglio registico da serie TV, una trama misteriosa ed emozionante, bivi narrativi, “butterfly effect” come se piovesse e un gameplay che esula dal consueto calderone di quick-time-event, assumendo una dimensione decisamente più “giocosa” e coinvolgente. Senza dimenticare lo spessore dei protagonisti, vero e proprio valore aggiunto che ha reso indimenticabile questo titolo nel cuore di chi ha avuto la fortuna di giocarci e che oggi, nessuno ha più scuse per ignorare. Il battito d’ali di una farfalla può davvero causare un uragano?

recensione
Life is Strange
Life is Strange è stata senza ombra di dubbio una delle “sleeper hit” dell’anno scorso: il secondogenito ad episodi di Dontnod Entertainment (che forse ricorderete per il discusso Remember Me) è riuscito, un po’ a sorpresa, a conquistare critica e pu...
Killing Floor 2 (Tripwire Interactive) – PS4

Se il mese scorso abbiamo fatto a pezzi orde di alieni in Alienation, questo giugno abbiamo altra, classica, carne da macello da usare come anti-stress: i marcescenti zombie. Killing Floor 2, così come il suo predecessore, si rifà alle atmosfere di Left 4 Dead di Valve, con orde di non-morti ed altre amenità che infesteranno le arene, da ripulire facendo comunella in locale o online, vivendo questo fiume di adrenalina e sangue dagli occhi di diversi personaggi. E che FPS multiplayer sarebbe se non ci fossero diverse classi con cui personalizzare i già citati personaggi? Dieci per la precisione, “tutte molto diversificate e divertenti da padroneggiare“, come dice Luca nella sua recensione, uno che di zombie ne ha uccisi a vagonate nella sua carriera! A corredare l’atmosfera da B-Movie c’è anche una traculenta modalità single player, che non brilla certo per la trama, praticamente inesistente, ma che è utilissima come palestra virtuale. Un titolo assolutamente interessante dunque, che pecca in numero di modalità ma che si fa apprezzare grazie al gameplay preciso e frenetico. E poi, avete visto come vanno realisticamente in mille pezzi quei putridi esseri? Fantastico!

recensione
Killing Floor 2
Unreal Tournament è riuscito sin da subito a conquistare il cuore di una grande fetta di videogiocatori grazie al suo sapiente mix di azione e velocità frenetica. Proprio come mod di questo gigante videoludico, i ragazzi di Tripwire Interactive hanno...
Abyss Odyssey (ACE Team) – PS3

Se leggendo il titolo di questo gioco avete pensato a Abe’s Oddysee, non siete gli unici. Il titolo dei ragazzi cileni di ACE Team non c’entra però nulla con l’opera magna degli Oddworld Inhabitants ma è bensì un bizzarro miscuglio di platform, RPG, roguelike e picchiaduro a scorrimento, il tutto prodotto da Atlus, che ha visto del buono in questo progetto, decisamente nelle corde e nello stile della software house giapponese. Fulcro del sistema di gioco è proprio il combat system, quasi completo e variegato quanto quello di un classico picchiaduro 2D, cosa assolutamente atipica e degna di essere testata con mano, grazie anche alla possibilità di giocare con vari personaggi, ognuno dotato di abilità e mosse uniche. A brillare è anche il comparto artistico che fa un po’ Vanillaware, senza però l’inarrivabile stile delle opere firmate George Kamitani, il tutto immerso in ambienti horror-fantasy in stile Art Nouveau tra il macabro e il fiabesco. Decisamente una bella aggiunta alla nostra Instant Game Collection, piccola perla che nel 2014 era passata un po’ inosservata, le cui qualità erano però state colte dal nostro Pietro, il quale recensì la Extended Dream Edition per PS4. Da Santiago de Chile al Plus, il passo è breve!

recensione
Abyss Odyssey: Extended Dream Edition
Il fenomeno del mercato indie ha permesso a tantissimi sviluppatori più “periferici” di farsi conoscere ed apprezzare da un pubblico più o meno grande, permettendo anche ad alcuni team di affiancarsi a pubblisher blasonati per far arrivare le loro cr...
WRC 5: World Rally Championship (Big Ben Interactive) – PS3

Quale miglior modo per aspettare Dirt 4, nuovo titolo rallistico (e dintorni) di Codemasters in arrivo il prossimo 9 giugno, se non derapare in Dirt Rally WRC 5, titolo ufficiale del World Rally Championship 2015? Il titolo Big Ben Interactive può vantare tutte le auto e i tracciati ufficiali (sparsi lungo ben tredici location) del campionato di due anni fa, da vivere a grande velocità grazie a una strutturata modalità carriera, in cui fondare un nostro team e, partendo dal Junior WRC, ascendere all’olimpo del rally mondiale. La mole di contenuti si scontra sfortunatamente con una fisica non proprio precisa, soprattutto se siete abituati a titoli simulativi di alto profilo. Gratis però non si butta via neanche una Fiat Palio (oddio, forse quella si) e il titolo si rivela comunque divertente e godibile come da tradizione, pur non potendo aspirare a competere con i Sebastien Ogier del genere. Una bella derapata scaccia via ogni pensiero.

Neon Chrome (10tons Ltd.) – PS Vita

Poteva mancare un twin stick shooter questo mese? Ovviamente no, ed eccoci quindi aprire la sezione PS Vita con Neon Chrome (in cross-buy con PS4), sparatutto con visuale a volo d’uccello che si rifà allo stile di gioco di Hotline Miami, sottraendo gli anni ’80 (ma lasciando al loro posto i neon) e aggiungendo il cyberpunk e la proceduralità tipica dei roguelike. Il tutto si fa ancora più esplosivo, letteralmente, grazie a una grande distruttibilità degli scenari, boss battle, sparatorie serrate e sezioni di hacking. A questo si aggiunge una modalità co-op fino a 4 giocatori e la possibilità di potenziare in nostro alter-ego (un po’ come i protagonisti di Neuromante), ovviamente martellati da una colonna sonora elettronica incalzante e più che mai standard per il genere. Sarà anche l’ottantesimo twin stick shooter installato sulla vostra PS Vita, ma volete davvero dire di no al cyberpunk?

Spy Chameleon (Unfinished Pixel) – PS Vita

Purtroppo stiamo per chiudere questa guida e so che non vedete già l’ora di leggere quella del mese di luglio. Prima di dirvi arrivederci c’è però un ultimo titolo da mostrarvi, una vera e adorabile chicca perfetta per la portatile Sony: Spy Chameleon. Nei panni di un simpaticissimo camaleonte-spia (o “spiamaleonte”) dovemmo intrufolarci in ben 75 livelli, facendo affidamento solo alle abilità con cui madre natura ha dotato questi splendidi sauri, il mimetismo, una lunga e appiccicosa lingua e la possibilità di correre su due zampe; no questa l’hanno aggiunta gli sviluppatori. Certo, l’abilità mimetica della nostra spia è limitata a soli 4 colori, verde, rosso, giallo e blu, ma basta e avanza per nascondersi agli occhi di telecamere e nemici, risolvendo nel contempo qualche puzzle ambientale, cercando di impiegare il minor tempo possibile per fuggire col bottino in tasca. Veramente un giochino divertente e ben fatto, quello di cui si ha bisogno durante i tempi morti e le attese della vita di tutti i giorni. Probabilmente ve lo siete perso a suo tempo, si stava mimetizzando!

recensione
Spy Chameleon: RGB Agent
L'eShop di Wii U è particolarmente attivo per quanto riguarda le produzioni indie e in questo 2014 ormai concluso sono stati molti i titoli ad avvicendarsi. A chiudere l'anno ci pensano gli spagnoli Unfinished Pixel con Spy Chameleon: RGB Agent in ar...
Seven days in sunny june

Sarebbe meglio dire “thirty days“, ma poi la citazione al bel pezzo di Jamiroquai non avrebbe avuto lo stesso gusto. Gusto che si riflette sulle belle e “soleggiate” sorprese di questo mese, con un grande gioco quale Life Is Strange a primeggiare su altri ottimi titoli, quali Killing Floor 2, e un paio di gemme grezze come Abyss Odyssey e Spy Chameleon. Un mese dolce come le prime pesche della stagione per gli abbonati Plus, che potranno godersi sei titoli gratuiti di cui nessuno è “shovelware” di bassa lega. Aspettando luglio (col bene che vi voglio) auguro a tutti un buonissimo E3 e soprattutto un mese gran divertimento videoludico! E mi raccomando, come dice Studio Aperto, bevete tanta acqua ed evitate di uscire durante le ore centrali del giorno!



due parole sull'autore
Un milanese col cuore sui colli piacentini, "romantico" del videogioco con una spiccata predilezione per tutto ciò che viene da Kyoto e dal passato. Se non lo beccate nel Regno dei Funghi, lo potete trovare su qualche pista virtuale a bordo di qualche bolide che non potrà mai permettersi, a causa della sua sindrome da shopping videoludico compulsivo. Appassionato tifoso dell'F.C. Internazionale, segue anche le imprese dei grandi del ciclismo. Nel tempo libero cerca qualcuno con cui confrontarsi sui film di David Lynch senza che egli muoia di noia.
Commenta con:
Seleziona il sistema di commenti cliccando sull'icona


Torna su