News
di Giuseppe Vecchio
il 6 giugno 2017, 15:57
in News

Durante una conferenza dedicata ai videogiochi tenutasi alla Cité des Sciences et de l’Industrie di Parigi, Christian Cantamessa, Lead Game Designer di Red Dead Redemption e co-sceneggiatore di L’ombra di Mordor, ha parlato di quello che secondo lui sarà il futuro degli open world.

 

Per Cantamessa gli open world sono ormai titoli di un genere a sé stante e sono un grande modo per dare libertà al giocatore, raccontare una storia o offrire un esperienza multiplayer quando si vuole. Questi elementi, secondo lui, non solo rimarranno capisaldi nel corso del tempo, ma saranno aggiunte più funzioni dedicate alla componente online, anche in modo da manipolare la storia. Cantamessa afferma che allo stato attuale nei giochi open world le componenti single player e multiplayer sono divise tra loro e offrono esperienze diverse ma in futuro le cose saranno diverse, quando non è dato saperlo, ma è questa la direzione che prendere il genere.

Open world con più importanza al multiplayer in futuro?


due parole sull'autore
Grande appassionato di JRPG, ma non dice di no se si tratta di altri generi. Ha iniziato a giocare all'età di 5 anni con la sua prima console portatile, il GameBoy e poi passato al mondo PlayStation, ma il primo amore non si scorda mai e dura tutt'oggi. Stufo di aspettare in eterno localizzazioni di giochi che non si vedranno mai in occidente ha intrapreso la via dell'import, causa di grandi sofferenze al suo portafogli
Commenta con:
Seleziona il sistema di commenti cliccando sull'icona


Torna su