Speciale
di
il 25 aprile 2017, 10:19
in Speciali

Se non avete vissuto sul Pianeta X fino ad oggi, avrete quantomeno sentito parlare dell’uscita della seconda pellicola dedicata ai Guardiani della Galassia, diretta dal sempre più geniale James Gunn. Nel caso foste interessati solamente alla recensione (rigorosamente senza spoiler) del film, vi invitiamo a leggere questo articolo, ma se come il più umano degli esseri umani provate una certa curiosità nei confronti di quei bizzarri personaggi che viaggiano a bordo della Milano siete arrivati nel posto giusto. Come ad ogni uscita targata Marvel Studios, infatti, siamo pronti a fare un viaggio attraverso i vari media per consigliarvi le principali apparizioni dei personaggi della Casa delle Idee di turno. Prima di passare al motivo per il quale state continuando a leggere queste righe ci teniamo a ricordarvi che potete trovare Guardiani della Galassia Vol.2 in tutti i cinema d’Italia (con leggero anticipo rispetto all’America) a partire da oggi, martedì 25 aprile. Per tutte quelle (orribili) persone che non hanno ancora avuto occasione di recuperare il primo film, invece, è d’obbligo l’acquisto del blu ray qui. Ora allacciatevi le cinture, mettete a cuccia il procione (ma non chiamatelo così) e partiamo alla scoperta dei Guardiani della Galassia!

Epica spaziale in salsa Marvel Comics
i Guardiani della Galassia sono sempre stati carismatici e capaci di calamitare il pubblico, ma mai come ora sono presenti all’interno del Marvel Universe

Chi sono i Guardiani della Galassia nei fumetti Marvel?! Beh, c’è il Maggiore Victory (conosciuto anche come Vance Astro), Charlie-27, Martinex, Yondu, Stakar Ogord e… come dite?! Non sono quelli che avete incontrato al cinema nel 2014?! Non preoccupatevi, non avete visto una cosa sbagliata che va contro quanto scritto nei fumetti (che poi vi prende un colpo in pieno stile Mandarino di Iron Man 3 n.d.L.), ma semplicemente la formazione capitanata da Star-Lord non è la prima incarnazione del team nell’universo standard Marvel (Terra-616). Ma partiamo dall’inizio: nel 1969 Arnold Drake e Gene Colan introdussero una linea temporale alternativa (Terra-691) con protagonisti alcuni personaggi come Vance Astro (un astronauta del XX secolo tenuto in animazione sospesa per circa mille anni durante il suo viaggio verso Alfa Centauri), Martinex (un alieno di cristallo proveniente da Plutone), Charlie-27 (un soldato di Giove) e Yondu (l’alieno dalla pelle blu che abbiamo potuto trovare anche nel primo film dei Guardiani della Galassia). In un turbinio di avventure, viaggi nel tempo, arrivo di nuovi personaggi e realtà parallele, questi Guardiani della Galassia (o alcune loro versioni alternative) raggiungono la Terra dei nostri supereroi Marvel preferiti e vengono utilizzati per diversi anni dagli autori della Casa delle Idee, pur senza avere una loro serie regolare fino al 1990. Dal 2008, all’interno di una manovra della Marvel atta a recuperare alcuni personaggi della Silver Age, ha inizio la nuova era per i Guardiani, con l’arrivo di nuovi protagonisti che, dopo l’evento “L’Ordine di Thanos” andranno a formare un team molto simile a quello visto nelle pellicole di James Gunn. Tutto questo, ovviamente, viene fatto rispettando le storie del passato (con il ritorno sporadico anche della prima incarnazione del team), ma riuscendo a non fossilizzarsi mai e a creare situazioni sempre nuove e sempre interessanti, soprattutto grazie alla partecipazione dei Guardiani all’interno di crossover importanti per l’esito di tutto il multiverso Marvel. “Ma quali sono i guardiani che posso trovare nei fumetti ora?!” vi starete chiedendo. Beh, con il classico approccio della Casa delle Idee (ovvero tentare di conquistare coloro che vanno al cinema e che non leggono fumetti, ma senza danneggiare i fan duri e puri), la Marvel ha ben pensato di mantenere il gruppo che avete imparato ad amare grazie a James Gunn. Ecco che troverete Star-Lord, Gamora, Drax, Groot e Rocket, con qualche particolare aggiunta come la Cosa (dei Fantastici Quattro), Angela (sorella di Thor) e Venom (anche se a breve è già stato annunciato che abbandonerà il team). Insomma: i Guardiani della Galassia sono sempre stati carismatici e capaci di calamitare il pubblico, ma mai come ora sono presenti all’interno del Marvel Universe e mai come ora è un buon momento per cominciarne a leggere le avventure.

Consigli per gli acquisti
Vi basterà commentare su Facebook o mandarci un messaggio per farci apparire in vostro aiuto e togliervi qualsiasi dubbio. Se non è bella vita questa!

Passiamo ora ai consigli su come avvicinarsi ai fumetti dei Guardiani della Galassia. Al momento esistono due testate mensili dedicate al gruppo cosmico Marvel: la prima chiamata Guardiani della Galassia e la seconda Guardiani della Galassia presenta, contenente avventure da solisti dei vari membri dell’equipaggio della Milano. Il “problema” è che al momento non si tratta di storie imprescindibili da recuperare e, per questo, ci sentiamo di consigliarvi l’acquisto di volumi contenenti le saghe più belle, in modo da spendere saggiamente i vostri soldi. Da avere assolutamente è Rocket Raccoon: Non Esiste Niente Come Me , storia completa realizzata da Skottie Young (un mostro di bravura), Filipe Andrade e Jake Parker. Tra soluzioni grafiche geniali, un umorismo mai fastidioso e l’innegabile carisma di Rocket e Groot siamo certi che non ve ne pentirete e ci ringrazierete per il consiglio. Se siete degli amanti di Peter Quill, invece, non potete farvi sfuggire Star-Lord: La Corona Vuota, raccolta di avventure realizzate da autori del calibro di Chris Claremont, Steve Englehart e John Byrne che, per la prima volta, vengono stampate in formato gigante per poterne apprezzare ogni singolo dettaglio. Una chicca da non perdere per ogni Marvel Fan che si rispetti. Se siete indecisi su costa acquistare, invece, ci pensa Panini a togliervi ogni dubbio: Noi Siamo i Guardiani della Galassiaraccoglie tutto quello che vi serve sapere sul team capitanato da Star-Lord, a partire dalle origini sino ad arrivare alle avventure più recenti, il tutto condito da un apparato redazionale come solo Panini sa fare. Troppi soldi da spendere? Il Corriere dello Sport giunge in vostro aiuto con l’ormai abituale “Serie Oro”, contenente 20 uscite dedicate (questa volta) ai Guardiani della Galassia di tutto rispetto. Il primo numero, venduto a 1.99€, è semplicemente qualcosa che non potete lasciarvi sfuggire; quantomeno per il rispetto verso le piante grazie alle quali è stato realizzato il volume (Groot ve ne sarà grato). Per conoscere tutto il piano dell’opera ecco a voi il link a Red Capes, sito d’informazione nerd che non potete non conoscere. Questi sono solo alcuni dei consigli per gli acquisti che possiamo darvi, ma non per questo è nostra intenzione lasciarvi soli e abbandonati in mezzo a questo mare di fumetti: ecco perché vi basterà commentare su Facebook o mandarci un messaggio per farci apparire in vostro aiuto e togliervi qualsiasi dubbio. Se non è bella vita questa!

Ha detto “I maledetti Guardiani della Galassia nei videogames”. Solo che non ha detto maledetti!
recensione
Guardians of the Galaxy Episode 1: Tangled Up in Blue
Uno dei meriti che è doveroso attribuire ai ragazzi di Telltale Games è, senz'ombra di dubbio, quello di saper cogliere al volo le proprietà intellettuali di successo e di sfruttarle nel modo giusto al momento giusto. Dopo titoli come The Walking Dea...
Sentiremo certamente parlare ancora dei Guardiani della Galassia nei videogames

Per quanto riguarda il mondo videoludico, i Guardiani della Galassia stanno solamente ora cominciando a spuntare e a dimostrare la loro importanza mediatica. Inevitabile non ricordare il primo episodio targato Telltale rilasciato la scorsa settimana (la recensione la potete trovarla nel box apposito qui sopra), capace di mescolare sapientemente l’universo cinematografico con quello dei fumetti per realizzare una nuova storia dal forte carisma che ci sentiamo di consigliare caldamente a chiunque di voi (dopotutto è disponibile anche per iOS e Android). Per il resto, invece, Star-Lord e compagni possono essere trovati nei numerosi giochi per cellulari (L’arma universale, Marvel: Future Fight, e Marvel: Contest of Champions per primi) e in Marvel Heroes, MMO della Casa delle Idee pronto ad approdare anche su PlayStation 4 grazie alla versione Omega del titolo. Insomma: sentiremo certamente parlare ancora dei Guardiani della Galassia nei videogames, ma al momento le interazioni ludiche di Star-Lord, Gamora, Drax, Rocket e Groot sono ancora abbastanza scarse.

Grande o piccolo schermo non ha importanza. I Guardiani sono sempre al top!
Due film, una serie tv e numerose comparsate: i Guardiani della Galassia non si fermano!

Se siete tra quelle persone che non vogliono leggere nulla e che magari sono stanche anche di giocare ai videogames (davvero… che vivete a fare?!), potete trovare i Guardiani della Galassia anche sul grande e piccolo schermo. Inutile ricordare la presenza di un film in blu ray e di uno al cinema (l’avrete capito, spero, leggendo questo articolo), ma ben più importante è evidenziare come i Guardiani abbiano all’attivo una serie tv (animata) su Disney XD che prosegue le avventure del primo film (James Gunn ha confermato, comunque, che non si tratta di storie in continuity) e numerose comparsate sulle altre serie targate Marvel, tra le quali spiccano Ultimate Spider-Man, Hulk e gli agenti S.M.A.S.H. e Avengers Assemble. È inoltre in lavorazione una serie di episodi dedicati a Rocket Raccoon e a Groot, realizzati con uno splendido stile grafico molto vicino ai disegni di Skottie Young che vi abbiamo consigliato un paio di paragrafi qui sopra e del quale potete vedere il trailer qui sotto. Insomma: ce n’è per tutti i gusti!

Come avrete capito i Guardiani della Galassia sono tornati e sono pronti a combattere su tutta la linea. Un nuovo film, nuovi fumetti, nuove serie tv e nuovi videogames sono in arrivo, cosa che riflette il grande interesse del pubblico nei confronti del team di Star-Lord. E voi?! Cosa ne pensate dei Guardiani? Andrete a vedere il film? In caso non ci doveste andare, non preoccupatevi: ci penseremo io e il buon Guido Avitabile a fare la vostra parte, con le 6-7 visioni in sala (a testa) già previste.

Perché non siamo fan dei Guardiani della Galassia.

Neanche un po’.

No no.

*Spegne la ost del nuovo film di Gunn, accesa in loop da giorni, su Spotify e va a rivedere il primo film*



due parole sull'autore

Il Luca è quell’animale mitologico a metà tra un nerd ed un videogiocatore, ma con la testa di Ca***. Dall’animo tranquillo, pare che questa creatura sia stata vista solamente poche volte in modalità berserk (con ATK+3 e danno da fuoco), ma si narra che, in quei casi, la bestia cambi colore e ripeta solamente una cosa: LUCA SPACCA!

Commenta con:
Seleziona il sistema di commenti cliccando sull'icona


Torna su