Speciale
di
il 28 aprile 2017, 09:08
in Speciali

Con cosa avranno giocato gli italiani durante la settimana pasquale? Ma soprattutto, cosa si saranno fatti regalare per l’occasione? Scopriamolo in questa nuova puntata di “Col pad in mano”!

 

Col pad in mano è una rubrica a cadenza settimanale che non vuole tanto riportare la classifica dei giochi più venduti della settimana in Italia, quanto piuttosto sfruttarle per ragionare, elucubrare e segamentalizzare sul mercato videoludico dello stivale. La fonte dei dati di vendita è l’Associazione Editori e Sviluppatori Videogiochi Italiani(AESVI), che ringraziamo per il servizio (e per le tante iniziative a favore del videogioco nel nostro Paese).

 

Settimana di grandi ritorni e commoventi saluti quella che stiamo per analizzare. In classifica infatti rientrano alcuni highlander che non hanno certo bisogno di presentazioni, veri e propri pezzi d’arredo immancabili nelle case degli italiani, al pari del calendario dei santi e FIFA 17: Grand Theft Auto V e Minecraft. Purtroppo invece dobbiamo salutare (sventolando fazzoletti bianchi), a meno di clamorosi ritorni di fiamma, tre grandi esclusive PlayStation 4. Ma vediamo la classifica completa:

 

Posizione Titolo Piattaforma
1 Tom Clancy’s Rainbow Six Siege PS4
2 Yo-Kai Watch Spiritossi 3DS
3 Horizon: Zero Dawn PS4
4 Yo-Kai Watch Polpanime 3DS
5 Tom Clancy’s Ghost Recon Wildlands PS4
6 Fifa 17 PS4
7 Lego Worlds PS4
8 Minecraft PS4
9 The Legend of Zelda: Breath of the Wild Switch
10 Grand Theft Auto V PS4

 

Colpo di reni di Tom Clancy’s Rainbow Six Siege, che dal gradino più basso del podio balza ad armi spianate direttamente in prima posizione (con grande gioia di Ubisoft, i cui prodotti sappiamo essere molto apprezzati dal pubblico italiano), scavalcando niente meno che la versione “Spiritossi” di Yo-Kai Watch 2, baluardo del momento in casa 3DS, la cui versione “Polpanime” scende in quarta posizione. Il risultato è comunque ottimo per Level-5 e Nintendo; l’alternanza Pokémon / Yo-Kai Watch sulle console di Kyoto si sta già rivelando una miniera d’oro. Nel mezzo dei due titoli a base di spiriti burloni, ecco un Horizon Zero Dawn in grande spolvero, che recupera ben tre posizioni. Grande successo quello del capolavoro Guerrilla, molto apprezzato da critica e pubblico e segno inconfutabile che le nuove IP, se di qualità e supportate da un grande marketing, rendono come i capitoli di saghe decennali. Questo approccio di Sony, secondo noi, sarà ancora più marcato con la sua più grande scommessa di questa generazione, Death Stranding, one man show di Kojima e nuova IP che potrebbe davvero sfondare in fatto di vendite, tra mistero, hype e grandi nomi del cinema coinvolti nel progetto.

Rainbow Six Siege è oro, beffando Yo-Kai Watch 2. Mentre Horizon Zero Dawn si riprende il bronzo!

recensione
Horizon: Zero Dawn
Sottovalutati, sbeffeggiati, in un’occasione anche querelati. In una parola: affamati. È questa l’attitudine con cui immaginiamo Guerrilla abbia affrontato lo sviluppo di Horizon: Zero Dawn, progetto con tutti i connotati del match point tennistico p...

E poi il balzo che non ci si aspetta: temevamo già che avesse fatto una brutta fine per mano dei narcos boliviani e invece ecco ritornare, addirittura a metà classifica, l’ottimo Tom Clancy’s Ghost Recon Wildlands, secondo titolo in classifica scritto da Tom Clancy e diretto da Ubisoft. Ma agli italiani, piacerà più lo scrittore del fanta-politico o la software house transalpina? Forse non lo sapremo mai, ma sappiamo bene che da qualche parte FIFA 17 lo si trova, spinto in alto di tre posizioni dal clima del derby meneghino datato 15 aprile, sesto come il Milan che ha riacciuffato in extremis (o più “fuori tempo massimo” direbbero gli interisti come il sottoscritto) il risultato. LEGO Worlds scende di due posizioni, a braccetto con il suo mentore videoludico, il sandbox per eccellenza, Minecraft, a sua volta pesantemente influenzato dalla reale e tangibile magia dei mattoncini danesi.

Link invece si mangia uno spiedino per recuperare vigore e scala la ripida parete della classifica italiana, risalendo dal decimo al nono posto con Breath of the Wild. Switch sta vendendo benissimo in tutto il mondo, ormai è chiaro, battendo ogni record e sorprendendo pure la catena di montaggio Nintendo, impreparata davanti alla grande richiesta del pubblico. Lo stesso problema di forniture aveva coinvolto il capolavoro di Aonuma, a tratti introvabile presso i rivenditori specializzati del Bel Paese. Che siano arrivati rifornimenti? In ogni caso da un mese e mezzo la nuova epopea della principessa Zelda vende bene anche da noi e a nostra volta ne traiamo gaudio. Chiude la classifica il ritorno di GTA V, vera gallina dalle uova d’oro per Rockstar, che pur con 4 anni sulle spalle continua a macinare vendite come Antonio Banderas macina il grano nel suo mulino.

Zelda e Link restano aggrappati in fondo alla classifica mentre ritorna l’evergreen GTA V.

Non è una novità ma tutti i titoli multipiattaforma presenti in classifica hanno una banda blu nella parte alta della custodia, che reca la scritta PS4. Una scritta incisa a caratteri cubitali sul mercato console dello stivale. Come accennato all’inizio dell’articolo però, ben tre esclusive per la console Sony ci hanno abbandonato. L’effetto nostalgia per Kingdom Hearts 1.5 + 2.5 ReMix, cross-over targato Square-Enix e Disney, pare già finito, mentre la spinta data dalla critica al capolavoro Persona 5 si è subito affievolita. La nicchia di fan nipponici l’ha acquistato in blocco nella settimana di lancio a quanto pare; il mondo non è pronto per far diventare mainstream prodotti di questo tipo e forse, parafrasando i nostri editoriali, “è giusto così”.

recensione
Persona 5
Nata da una costola di Shin Megami Tensei, la serie Persona si è rivelata sempre di più essere una colonna portante dei giochi di ruolo giapponesi negli ultimi anni. Nel Novembre 2014 Atlus ha annunciato l'arrivo, per quell'inverno, di Persona 5 con ...

Diversa la situazione per The Last Guardian e Trico, il cucciolone che tutti vorremmo in casa (o più probabilmente in giardino), che esce dalla top 10 dopo aver fatto comunque registrare un ottimo successo, protratto per ben cinque mesi, con grande gioia di Fumito Ueda (le cui opere, finora, non avevano certo fatto registrare incassi record) e applaudendo Sony per aver creduto nel progetto nonostante gli interminabili rinvii.



due parole sull'autore
Un milanese col cuore sui colli piacentini, "romantico" del videogioco con una spiccata predilezione per tutto ciò che viene da Kyoto e dal passato. Se non lo beccate nel Regno dei Funghi, lo potete trovare su qualche pista virtuale a bordo di qualche bolide che non potrà mai permettersi, a causa della sua sindrome da shopping videoludico compulsivo. Appassionato tifoso dell'F.C. Internazionale, segue anche le imprese dei grandi del ciclismo. Nel tempo libero cerca qualcuno con cui confrontarsi sui film di David Lynch senza che egli muoia di noia.
Commenta con:
Seleziona il sistema di commenti cliccando sull'icona


Torna su