News
di
il 7 aprile 2017, 13:26
in Comunicati Stampa, News

Brawlout, picchiaduro competitivo in stile “brawl”, arriverà su Steam in Accesso Anticipato a partire dal 20 aprile, e sarà successivamente rilasciato su PlayStation 4Xbox One nel terzo trimestre dell’anno corrente. Angry Mob Games rilascia l’annuncio tramite comunicato stampa, dichiarando che il prezzo di partenza per l’accesso anticipato sarà di €19,99.

 

Di seguito il comunicato ufficiale:

IL PLATFORM PICCHIADURO COMPETITIVO BRAWLOUT ESCE SU STEAM CON ACCESSO ANTICIPATO IL 20 APRILE, PER XBOX ONE E PLAYSTATION 4 NEL III TRIMESTRE 2017

Concepito per il gaming online e da divano, Brawlout unisce le meccaniche dei platform game con una grafica accattivante e un ritmo dinamico

Londra, Regno Unito  – 7 aprile 2017 – Un nuovo brawler sta per uscire su Steam. Angry Mob Games ha annunciato per il 20 aprile il lancio in accesso anticipato del picchiaduro competitivo Brawlout; è invece previsto il rilascio su Xbox One e PlayStation 4 durante il terzo trimestre del 2017. Concepito per il gaming online e da divano, Brawlout unisce le meccaniche dei platform fighter con le mosse e i ritmi dei picchiaduro tradizionali, preferendo alle classiche prese e parate un sistema basato su movimenti fluidi e combo estreme.

“Una splendida grafica, sei personaggi giocabili con attacchi speciali unici, nuove combo, maggiore abilità di movimento e tecniche avanzate. Siamo lieti di annunciare il lancio di Brawlout in accesso anticipato”, afferma Bogdan Iliesiu, CEO di Angry Mob Games. “Conosciamo gli elementi dei fighter storici che più mancano ai gamer, ma anche quello che i videogiocatori amano dei giochi nuovi, e Brawlout è stato concepito per offrire il meglio dei due mondi, che si tratti di mandare a monte amicizie storiche davanti alla TV o sfidare a duello perfetti sconosciuti.”

Con un lancio iniziale che prevede 6 personaggi, Brawlout può ospitare fino a quattro giocatori in scontri in locale e online, tra cui tornei classificati, oltre a una solida campagna single-player. Ciascun personaggio ha punti di forza diversi, come potenti proiettili o colpi di frusta a lungo raggio, e può evolvere con ulteriori opzioni per le combo o tecniche avanzate. Durante il combattimento, inoltre, si carica la “Barra della rabbia”, che può essere utilizzata per sferrare attacchi speciali. Brawlout è stato concepito sia per il gaming online che da divano, con incontri rapidi da 2-4 giocatori, classifiche, lobby private e la Brawlout TV, in cui si possono vedere gli incontri in diretta o i replay consigliati, utile anche per semplificare lo streaming dei tornei live.

Oltre a Paco, King Apu, Sephi’ra e molti altri, Angry Mob Games ha svelato oggi un nuovo personaggio di Brawlout, Volt, i cui poteri elettrici tengono alla larga i nemici, mentre i suoi aculei affilati e riflessi fulminei gli permettono di guadagnare la vittoria. Lanciato con l’accesso anticipato, il nuovo Esemplare Volt si unisce alle battaglie per sfidare Chief Feathers, Sephi’ra, Olaf Tyson, Paco e King Apu. Ansioso discendente di un illustre eroe di guerra, Volt desiderava una vita pacifica come capo sciamano della sua tribù; si trovò invece a dover ricoprire il ruolo di Esemplare per volere della sua famiglia, che lo costrinse a lottare per difendere l’onore della sua gente. Armato di spine accuminate e rapido nei movimenti, Volt utilizza i suoi poteri elettrici per folgorare, confondere e immobilizzare i nemici. Per maggiori informazioni, si consiglia di dare un’occhiata all’introduzione di Volt su Youtube.

Brawlout è in uscita su Steam in accesso anticipato il 20 aprile a un costo di €19,99.

 

Brawlout, picchiaduro competitivo in stile “brawl” di Angry Mob Games, sarà rilasciato su Steam in Early Access a partire dal 20 aprile. Restate sintonizzati per saperne di più!


due parole sull'autore
Nato e cresciuto nell'epoca d'oro della prima PlayStation, ha visto il susseguirsi di almeno quattro generazioni di console fin da quando era bambino, ed è fermamente convinto che non smetterà mai di viverle sulla propria pelle. Suo unico rimpianto: non essere nato abbastanza presto da vedere la nascita dei primi videogiochi. Coltiva segretamente la passione per la scrittura, che sfoga sulle pagine di I Love Videogames proponendo folli idee (aka: rompendo le scatole) agli altri redattori. Gestisce anche il podcast Gameromancer e la sezione Speciali.
Commenta con:
Seleziona il sistema di commenti cliccando sull'icona


Torna su