News
di
il 30 gennaio 2017, 18:03
in News

AESVI, l’associazione editori e sviluppatori di videogiochi italiani, ha annunciato la quinta edizione del Premio Drago d’Oro, l’award italiano che celebra i migliori prodotti dell’industria videoludica dello scorso anno e ne promuove il valore culturale ed artistico. La cerimonia di premiazione avverrà a Roma il prossimo 16 Marzo, presso il Guido Reni District nell’ambito della manifestazione Let’s Play – Festival del Videogioco.

10 titoli si contenderanno il titolo di Videogioco dell’Anno:

A valutare i titoli in concorso sarà una giuria composta dai redattori delle più importanti testate d’informazione e della stampa specializzata, presieduta per il secondo anno consecutivo da Luca Tremolada de Il Sole 24 Ore. Oltre al Videogioco dell’Anno, saranno previste le seguenti categorie: Miglior App, Miglior Colonna Sonora, Miglior Gameplay, Miglior Grafica, Miglior Personaggio, Miglior Sceneggiatura, Miglior Videogioco di Azione/Avventura, Miglior Videogioco di Corse, Miglior Videogioco di Ruolo, Miglior Videogioco di Strategia, Miglior Videogioco Indie, Miglior Videogioco per la Famiglia, Miglior Videogioco Platform, Miglior Videogioco Sparatutto, Miglior Videogioco Sportivo, Videogioco più Innovativo.

 

Particolare attenzione verrà riservata alla scena degli sviluppatori italiani di videogiochi, con la categoria Premio Drago d’Oro Italiano ad essi interamente dedicato. Verranno infine conferiti un premio speciale al Videogioco più Venduto in Italia nel 2016, sulla base dei dati della società di ricerca Gfk, ed il Premio Speciale del Pubblico, assegnato in base alle votazioni di fan ed appassionati nel sondaggio aperto quest’oggi sul sito ufficiale del Premio Drago d’Oro, www.premiodragodoro.it/,ed accessibile fino alla serata di premiazione.

 

 

 



due parole sull'autore
Classe 1987, Nintendaro per vocazione, videogiocatore a tutto tondo per passione. Apprezza ogni genere di gioco esistente tranne le simulazioni sportive e passa a leggere, discutere e scrivere di videogiochi tanto tempo quanto ne passa a videogiocare. Uno dei pochi superstiti del team originario de I Love Videogames, è il gaffer residente della redazione.
Commenta con:
Seleziona il sistema di commenti cliccando sull'icona


Torna su