News
di
il 6 novembre 2016, 13:41
in News

Lo sviluppo di Sonic Heroes ha richiesto un costo a Takashi Iizuka, capo del Sonic Team.

 

 

Iizuka, questo mese, parlando con Game Informer ha spiegato quanto difficile è stato creare il gioco, etichettandolo anche come il progetto più stressante della sua carriera.

 

Iizuka fu mandato negli Stati Uniti quando il gioco fu creato, mentre il resto del team era stazionato ancora in Giappone. Le difficoltà di organizzazione furono un grosso problema.

 

Iizuka ha parlato della sua storia di come il level design fu curato solo da un’altra persona oltre a lui stesso. Dopo che lo sviluppatore si ammalò dovette gestire tutto da solo. Il che portò Iizuka a lavorare senza sosta. Non dormì nemmeno e arrivò a perdere circa 10 Kg di peso.

 

Potete leggere il commento completo di Iizuka sulla questione qui sotto:

“Il level design per Sonic Heroes fu fatto da due persone: me e un’altra persona. Quando arrivammo alle fasi finali dello sviluppo, l’altra persona si ammalò gravemente e non si presentò più a lavoro, quindi il level design fu fatto da una sola persona! Quindi per quegli ultimi livelli del gioco non ho per nulla dormito e ho lavorato senza tregua. Ho perso circa [10 chilogrammi] perchè stavo solo sfornando materiale ed era sololavoro, lavoro, lavoro. Non ho dormito perchè dovevo finire il gioco da solo. Stavo quasi per morire!”

 

 

Takashi Iizuka racconta i suoi sforzi per sviluppare Sonic Heroes.


due parole sull'autore
La sua carriera videoludica iniziò al terzo anno di vita passando le serate con il padre ed un Commodore 64, successivamente solista con Playstation e GameBoy Color. A causa del suo amore spassionato per i Pokémon fin da bambino nato grazie all'anime oggi può essere definito Nintendaro avendo ogni console casalinga e portatile della casa di Kyoto. RPG in primis e successivamente strategici, picchiaduro, rhythm e negli ultimi anni MOBA lo hanno plasmato. In realtà, e senza troppi segreti, è un nerd a tempo pieno non fermandosi solo ai videogiochi, ma interessato anche a fumetti, anime, cosplay ed uccidere giocatori a D&D.
Commenta con:
Seleziona il sistema di commenti cliccando sull'icona


Torna su