News
di
il 29 settembre 2016, 16:27
in Comunicati Stampa, News

Kock Media annuncia tramite comunicato stampa la pubblicazione di Kingdom Come: Deliverance da parte di Deep Silver.

 

Warhorse Studios e Koch Media hanno siglato un accordo globale di co-publishing per ‘Kingdom Come: Deliverance’


Milano, 29 Settembre 2016 – Warhorse Studios e Deep Silver, la publishing label di Koch Media, sono liete di annunciare la loro collaborazione per la pubblicazione del gioco di ruolo medioevale Kingdom Come: Deliverance. Con questo accordo di co-publishing in esclusiva, Kingdom Come: Deliverance si appresta a raggiungere un importante traguardo con la distribuzione del gioco prevista nel 2017.

Questa è l’opportunità per Kingdom Come: Deliverance di raggiungere ancora più giocatori in tutto il mondo. La nostra migliore competenza è quella di saper creare un gioco eccellente. Con Koch Media, un forte partner, avremo la possibilità di spingerci verso un pubblico ancora più numeroso.” Ha dichiarato Martin Frývaldský, CEO presso Warhorse Studios.


Koch Media pubblicherà il gioco in versione fisica e digitale per PlayStation®4, Xbox One e PC sotto la label Deep Silver. Warhorse Studios rimarrà responsabile in tutto il mondo della distribuzione della versione digitale su PC. Tutte le versioni, PC e console, avranno la stessa data d’uscita che sarà annunciata prossimamente.

Apprezziamo che Warhorse Studios abbia trovato la sua strada consolidando la sua forte visione e mobilitando una vastissima community sui suoi canali. Non vediamo l’ora di prendere parte nella prossima fase e pubblicare Kingdom Come: Deliverance per console e per la versione retail su PC.” Ha dichiarato il Dr. Klemens Kundratitz, CEO presso Koch Media.

Kingdom Come: Deliverance è un open world RPG in single-player in prima persona. Ambientato in Boemia nel 1403 nel Sacro Romano Impero medievale, il gioco è ricco di personaggi, temi e battaglie storicamente autentici.

Kingdom Come: Deliverance uscirà nel 2017 su PC, PS4 e Xbox One.


due parole sull'autore

Grande appassionato di JRPG, ma non dice di no se si tratta di altri generi. Ha iniziato a giocare all’età di 5 anni con la sua prima console portatile, il GameBoy e poi passato al mondo PlayStation, ma il primo amore non si scorda mai e dura tutt’oggi. Stufo di aspettare in eterno localizzazioni di giochi che non si vedranno mai in occidente ha intrapreso la via dell’import, causa di grandi sofferenze al suo portafogli

Commenta con:
Seleziona il sistema di commenti cliccando sull'icona


Torna su