Speciale
di Pietro Iacullo
il 1 agosto 2016, 08:47
in Speciali

Il 2016 ci regala un Agosto ricco di uscite, alcune capaci di farsi aspettare (in Europa e nel resto del mondo) per più di qualche anno prima di arrivare finalmente nei negozi. In attesa che si apra definitivamente la stagione di caccia vediamo quali sono le offerte della nostra Guida agli acquisti per i prossimi 31 giorni.

Abzu

Sviluppato da un team di esuli di That Game Company e pubblicato da 505 Games (che aveva già pescato dal mercato indie con, tra gli altri, Terraria e Brothers: A Tale of Two Sons) il titolo firmato Giant Squid ci immergerà nelle profondità degli abissi con un “simulatore di nuoto” che andrà a porre l’accento sull’interazione tra l’uomo e la fauna marina. Il giocatore si troverà quindi ad avere a che fare sia con creature pacifiche che con animali più strani ed ostili, potendone osservare il comportamento durante le fasi di esplorazione (presenti, nonostante l’esperienza sia comunque costruita per seguire un percorso più lineare). L’appuntamento è per il 2 Agosto, su PC e Playstation 4.

Batman – The Telltale Series

Telltale si conferma uno studio infaticabile e capace di non farsi nessun problema quando bisogna seguire più di un progetto alla volta: lo ha fatto, durante l’anno passato, alternando le uscite di Tales from The Borderlands e di Game of Thrones e si appresta quest’anno a chiudere l’esperienza in salsa Minecraft mentre, in parallelo, si dedica spazio ad una delle icone DC Comics: Batman. Con l’Uomo Pipistrello dovrebbe (finalmente) esordire il nuovo motore grafico che sarà alla base delle produzioni del team, oltre ad una nuova meccanica multiplayer che permetterà di condividere la partita (e le scelte fatte) sulla rete, permettendo agli spettatori di votare ed, eventualmente, anche di prendere le decisioni al posto del giocatore. Funzionerà? Anche in questo caso la data di uscita per il primo episodio è quella del 2 Agosto, e ovviamente non faremo a meno di darvi le nostre considerazioni sulle novità in ballo per questo “nuovo corso” dello studio americano.

Mobius Final Fantasy

Già disponibile da oltre un anno in Giappone, il titolo free to play per iOS e Android dedicato alla saga di Final Fantasy arriverà finalmente anche alle nostre latitudini il 3 Agosto. La storia vede il protagonista (il cui nome di default, Wol, richiama “Warrior of Light”) vivere in un mondo a lui estraneo, Paramitia, non avendo nessun ricordo della sua vita precedente. Assieme agli altri Blanks, altre persone che come lui non hanno memoria del loro passato, l’imperativo è dare battaglia alle orde demoniache guidate da Chaos, nella speranza di rivelarsi il Guerriero della Luce che la leggenda dice sarà in grado di riempire di speranza il mondo.

Brutal

Annunciato in occasione del Playstation Experience dell’anno scorso, anche Brutal di Stormcloud Games è finalmente vicino alla linea del traguardo. Il titolo ha l’obiettivo di riportare i auge in chiave moderna gli ascii games, precursori dell’industria che realizzavano esperienze utilizzando semplicemente caratteri testuali per rappresentare ambienti e personaggi. Come nella più classica delle situazioni da dungeon crawler lo scopo è quello di scendere fino al ventiseiesimo sotterraneo, ammazzare il boss di turno e reclamarne le ricchezze, facendosi strada attraverso livelli generati proceduralmente in singolo o in cooperativa. L’appuntamento? L’uscita è fissata per il 9 Agosto, quanto alla recensione invece avremo novità davvero a breve.

No Man’s Sky

Salvo (a questo punto improbabili) rinvii dell’ultimo secondo Agosto sarà anche finalmente il mese di Hello Games, che porterà sugli scaffali e sugli store l’ambizioso e chiacchieratissimo No Man’s Sky. Con un universo sconfinato e ricchissimo di possibilità il giocatore dovrà, semplicemente, sopravvivere, approfittando delle meccaniche di commercio, combattimento, esplorazione e (appunto) sopravvivenza proposte in-game con lo scopo di arrivare al centro della galassia. La mole di contenuti sulla carta sembra assolutamente impressionante: Hello Games sarà riuscita a fare le cose per bene, in modo da non schiacciare il giocatore sotto il peso della mole stessa del titolo? Per scoprilo non manca tanto, con l’uscita fissata per il 10 Agosto.

F1 2016

Codemasters ci riprova anche quest’anno, e forte della licenza ufficiale legata alla Formula 1 cerca di proporre un capitolo capace di mostrare gli artigli facendosi forte delle novità messe sul piatto quest’anno. Si rinnova la modalità carriera, che permette di scegliere avatar e numero personale, oltre che seguire la crescita del proprio pilota nel corso di 10 stagioni, cambiando squadra o rimanendo nella stessa scuderia per lavorare fianco a fianco con gli ingegneri per migliorare la macchina. Si allarga anche il multiplayer, passando da 16 fino a 22 giocatori contemporaneamente sulla pista, occupando l’intera griglia di partenza. Scopriremo il 19 Agosto se si tratterà di un’uscita positiva o di un testacoda tremendo.

Deus Ex: Mankind Divided

Torniamo a vestire i panni di Adam Jensen dopo gli eventi di Human Revolution, affrontandone pienamente le conseguenze. La possibilità di scelta è sempre stata una delle caratteristiche del gioco: per Mankind Divided le promesse sono quelle di portare questo aspetto ai massimi termini, facendo in modo che anche le decisioni che il giocatore prende non consapevolmente di star indirizzando la storia su un binario o sull’altro pesino, andando a creare una sorta di “Albero della vita” (riprendendo il termine utilizzato dagli sviluppatori) dove alla fine tutte le ramificazioni portano da qualche parte. Senza dubbio ambizioso, specie in un “periodo storico” per l’industria dove più volte ci si è interrogati su quanto effettivamente si possa parlare di libero arbitrio in un contesto videoludico che, per forza di cose, alla fin fine deve comunque seguire i binari pensati dagli sviluppatori: vedremo ad ogni modo se il trucco riuscirà anche questa volta, con l’uscita fissata per il 23 Agosto.

1 2


due parole sull'autore
Laureato con disonore in Informatica, tra una cosa e l'altra ha a che fare con la tecnologia praticamente da quando ne ha memoria. È il magnaccia a capo degli aspetti creativi del progetto, dal layout fino alle questioni autorali: la sezione Speciali è la sua Mother Base, e Gameromancer - il podcast videoludicamente scorretto il mezzo con cui terrorizza anche l'etere.
Commenta con:
Seleziona il sistema di commenti cliccando sull'icona


Torna su