News
di Barbara Canton
il 13 maggio 2016, 09:50
in Comunicati Stampa, News

Bethesda annuncia, tramite comunicato stampa, che DOOM è ora disponibile in tutto il mondo su Xbox One, PlayStation 4 e PC.

 

DOOM® DISPONIBILE IN TUTTO IL MONDO
I giocatori di tutto il mondo danno il bentornato al marchio che ha dato inizio a una grande storia

 

 

13 maggio 2016 (Rockville, MD) – Bethesda Softworks®, una società ZeniMax® Media, ha annunciato oggi che l’attesissimo sparatutto in soggettiva DOOM è ora disponibile in tutto il mondo per Xbox One, sistema digitale di intrattenimento PlayStation®4 e PC. DOOM, lo storico gioco che ha definito un genere, considerato uno dei titoli più influenti mai creati, ritorna sotto forma di moderno sparatutto brutalmente divertente e complesso.

 

 

“Siamo entusiasti di gettare le basi per un nuovo capitolo del mondo di DOOM. Ci siamo prefissati di creare un gioco che catturi lo stile indimenticabile di DOOM, pensato però i giocatori moderni e una tecnologia all’avanguardia”, ha detto Marty Stratton, produttore esecutivo di id Software. “Alla base, DOOM è tutto incentrato su armi devastanti, demoni assurdi e una modalità di gioco frenetica. Non abbiamo dubbi che i fan del gioco originale e i nuovi giocatori apprezzeranno tutto ciò che DOOM  ha da offrire, e non vediamo l’ora che tutti possano provarlo!”.

 

 

DOOM è stato sviluppato da id Software®, lo studio che ha aperto la strada al genere degli sparatutto in soggettiva. Demoni implacabili, armi devastanti e un ritmo incalzante sono alla base dell’intenso combattimento in prima persona, mentre si affrontano i demoni nella campagna per giocatore singolo o durante le sfide con gli amici in multigiocatore. Un’espansione senza finire tramite SnapMap™ di DOOM,  l’editor di gioco con cui si può creare, giocare e condividere facilmente qualsiasi contenuto di gioco.

 



due parole sull'autore
Divoratrice di libri, manga ed anime; gamer-girl a tempo perso. Il suo eclatante ingresso nel mondo della tecnologia avviene all'età di tre anni, formattando, non si sa come, il computer dello zio. La sua esperienza di videogiocatrice comincia osservando il padre cimentarsi con Prince of Persia e Quake, salvo poi ricevere un computer tutto suo per iniziare a giocare autonomamente. Preferisce il genere RPG senza ombra di dubbio e serberà per sempre nel cuore il ricordo dell'estate in cui fuse la prima Play Station I giocando Suikoden II tre volte di fila per assaporare la trama fino in fondo.
Commenta con:
Seleziona il sistema di commenti cliccando sull'icona


Torna su