Speciale
di Guido Avitabile
il 17 febbraio 2016, 20:10
in Speciali

Fin dall’annuncio durante la Gamescom 2014 il programma ID@Xbox si proponeva come una rivoluzione nel mercato indipendente su console. Microsoft ha aperto le porte a tutti i tipi di sviluppatori, dando spazio ad ogni genere di titolo indie possibile. In questi due anni abbiamo visto #IDARB, Blues and Bullets e Never Alone, ma nel programma sono presenti anche molti titoli completamente italiani. Oltre a spiegare in cosa consiste il piano ID@Xbox e a illustrare i piani futuri dell’iniziativa (trovate tutto in questa notizia)  si è parlato proprio di titoli nostrani, lo scorso 16 Febbraio ospiti di Microsoft presso lo Spazio Copernico a Milano, dove Agostino Simonetta (ID@Xbox Regional Lead EMEA) ha presentato alla stampa ben 11 giochi già disponibili o in arrivo per Xbox One e Windows 10. Oltre a Zheros, Super Cane Magic Zero, Forma.8 e In Space We Brawl (nella sua nuova versione Full Arsenal, disponibile dallo scorso Venerdì) di cui vi abbiamo già parlato in altre occasioni, abbiamo assistito all’annuncio della versione Xbox One di The Town of Light (avete letto l’anteprima dello scorso Lunedì?) e provato con mano gli altri sei titoli presenti all’evento. Di seguito qualche prima impressione sul futuro italiano del programma ID@Xbox.

Active Soccer 2 DX

Dopo il successo della versione mobile, The Fox Software ha deciso di portare il suo arcade calcistico anche su console in una versione deluxe (DX per l’appunto): Active Soccer 2 DX ci è sembrato immediato e divertente,  e le modalità sembrano abbondare in questa versione definitiva tra cui una carriera migliorata. I controlli sensibili di Active Soccer 2 DX riescono a dare l’immedesimazione giusta e il completo controllo delle azioni in campo.

Albedo Eyes from Outer Space

Albedo Eyes from Outer Space  è uno di quei titoli One-Man Band, ovvero è stato sviluppato quasi del tutto da una persona sola, Fabrizio Zagaglia, con cui abbiamo scambiato qualche parola mentre  provavamo il titolo. Un’avventura ad enigmi in prima persona, che richiede di interagire con l’ambiente per poter sopravvivere agli esperimenti folli del laboratorio in cui lavoriamo come guardia notturna. Albedo lascia il giocatore in una sopravvivenza solitaria e gli chiede di utilizzare il cervello senza dargli nessun aiuto, se non uno strano macchinario capace di prevedere il futuro. Il titolo è già disponibile sia su Xbox One che su PC, e vi proporremo la recensione completa la prossima settimana.

Cast of  the Sevend Godsends

Dopo l’uscita PC dello scorso Luglio, quest’anno Raven Travel Studios  porterà Cast of the Seven Godsends anche su Xbox One. Il titolo è a tutti gli effetti l’erede italiano di Ghost’n Goblins non solo per il gameplay bi-tasto (X per sparare e A per saltare) ma anche per la difficoltà del titolo. Il protagonista potrà attingere ad  un’arsenale di armi che va da una semplice ascia fino a degli shuriken, e raccogliendo speciali power up potrà chiedere agli dei di aiutarlo nella sua battaglia contro i demoni.

Gridd: Retroenhanced

Antab Studio è uno degli ultimi arrivati nel programma ID@Xbox, i tre ragazzi si sono ispirati ad una grafica anni ’80 e hanno creato un gioco di corsa-sparatutto arcade con una percorso creato in maniera procedurale. Il titolo non ha ancora una data di lancio, ma offrirà sia una modalità storia con tanto di enormi boss da sconfiggere, sia una modalità endless, in cui ovviamente l’obiettivo sarà sopravvivere il più a lungo possibile e portare a casa il punteggio più alto.

 

HyperDrive Massacre

34BigThings nella giornata di ieri ci ha proposto ben due titoli, il primo è un arcade competitivo fino a quattro giocatori ricco di modalità variegate, dalla grafica minimal anni ’80 e basato sul famosissimo Asteroids. Hyperdrive Massacre è già disponibile sia su Steam che su Xbox One (stiamo lavorando alla recensione) e vi metterà a bordo di una macchina futuristica in grado di sparare colpi letali (basta un colpo per uccidere gli avversari) e di parare gli attacchi  nemici con un pratico scudo frontale, il tutto mentre vagate alla deriva nello spazio. Oltre alla classica modalità Deathmatch, il titolo propone anche una sua variante del calcio, in cui le squadre si sfideranno a chi segna per primo cinque goal.

Redout

Chiude la carrellata dei titoli provati in quel di Milano Redout, sempre di 34BigThings ed in arrivo entro la fine del 2016 su PC e Xbox One. Basato sui grandi giochi di corse futuristici come F-Zero e Wipeout, Redout si mostra frenetico e fluido sebbene ancora  lontano dal completamento. Le carrozzerie dei veicoli presenti sono basate sulle diverse nazioni del mondo, e dispongono di diversi power up da utilizzare durante le folli e veloci gare. Dopo FAST Racing Neo lo scorso anno, siamo sicuri che anche Redout non deluderà i fan di quei due brand ormai assenti da fin troppo tempo.

 

ID@Xbox da voce agli sviluppatori italiani con ben 11 titoli che saranno disponibili nel corso del 2016 su Xbox One e PC.

 

 



due parole sull'autore
Assuefatto giocatore fin da quando non aveva neanche un pelo sul mento, ha coltivato la propria passione con lo stesso amore con cui cura la propria barba. Molti lo definiscono un Nintendaro senza speranza, senza contare gli oltre quattromila trofei presenti sull'account PSN e gli oltre 370 giochi su Steam (quanti di questi effettivamente giocati non lo sa neanche lui).
Commenta con:
Seleziona il sistema di commenti cliccando sull'icona


Torna su