News
di
il 8 febbraio 2016, 09:42
in News

Sono passati diversi mesi da quando gli sviluppatori di A Crowd Of Monsters hanno rilasciato il primo episodio di Blues And Bullets, un’avventura grafica dai toni noir concentrata su Eliot Ness e sulla misteriosa sparizione di alcuni bambini.

 

Dopo diversi rimandi e piccoli annunci “ufficiosi” da parte degli sviluppatori, il secondo episodio della mini-serie ha ricevuto una data d’uscita ben precisa, fissata per l’8 Marzo. Tuttavia, il team di A Crowd Of Monsters non garantisce che la stessa data sia da estendersi a tutte le piattaforme, e preferisce concentrarsi sulla versione PC:

 

Non vediamo l’ora di rilasciare il secondo episodio di Blues And Bullets. È stato difficile per noi e siamo esausti dopo aver combattuto con le altre piattaforme più grandi, ma siamo finalmente riusciti a organizzare tutto per rilasciare il titolo l’8 Marzo – al momento soltanto per PC (stiamo provando a ottenere lo stesso giorno anche sulle console).

 

Sappiamo che è passato molto tempo dall’Episodio 1 e vogliamo ringraziarvi per la vostra pazienza, il vostro supporto e la vostra comprensione. Speriamo che, quando questo secondo episodio sarà rilasciato, gran parte di quei giocatori che lo hanno nella wishlist (tantissimi al momento!) lo prenderanno immediatamente, e con la crescita della community su console potremo accelerare lo sviluppo degli altri episodi.

 

Per “ricompensare la pazienza dei fan”, gli sviluppatori hanno inoltre rilasciato un breve video che permette di dare una “sbirciatina” a ciò che attenderà i giocatori nell’Episodio 2 di Blues And Bullets, che porterà il nome di Shaking The Hive.

 

Di seguito il video in questione:

 

 

A Crowd Of Monsters annuncia ufficialmente che il secondo episodio di Blues And Bullets sarà rilasciato nei primi giorni di Marzo, dopo diversi mesi di attesa. Restate sintonizzati per saperne di più!


due parole sull'autore
Nato e cresciuto nell'epoca d'oro della prima PlayStation, ha visto il susseguirsi di almeno quattro generazioni di console fin da quando era bambino, ed è fermamente convinto che non smetterà mai di viverle sulla propria pelle. Suo unico rimpianto: non essere nato abbastanza presto da vedere la nascita dei primi videogiochi. Coltiva segretamente la passione per la scrittura, che sfoga sulle pagine di I Love Videogames proponendo folli idee (aka: rompendo le scatole) agli altri redattori. Gestisce anche il podcast Gameromancer e la sezione Speciali.
Commenta con:
Seleziona il sistema di commenti cliccando sull'icona


Torna su